Vai al contenuto

4 moduli

Storie dall’ambulatorio: costruire un buon rapporto medico-paziente, basato su fiducia e rispetto

DESCRIZIONE

Il medico di medicina generale è la figura di riferimento per ogni problema che riguarda la salute del paziente. È noto che il rapporto medico-paziente influisce su molteplici aspetti, quali la compliance e la soddisfazione del paziente. La relazione medico-paziente è l’attivazione di un processo comunicativo. Il rapporto che si stabilisce tra i due e gli aspetti di interazione che lo caratterizzano rappresenta per il medico un vero e proprio strumento di lavoro.

Un approccio metodologico al paziente di tipo puramente teorico-intellettuale è insufficiente se disgiunto dall’altrettanto importante componente pratico-emotiva.

La capacità del medico di famiglia di saper impostare un corretto approccio con il paziente rappresenta una base fondamentale nella pratica quotidiana. Anche pazienti complessi da gestire per carattere e situazione socio-sanitaria, possono modificare il loro atteggiamento da negativo in positivo nell’affrontare la propria condizione di salute, ottenendo molteplici benefici. Dall’altro lato, il medico, di fronte ad un paziente che assume un atteggiamento sereno, trae vantaggi importantissimi per una prosecuzione appagante e stimolante della sua lunga carriera professionale.

Modulo 1
L’interazione medico-paziente
Educare e persuadere i pazienti, non istruirli!

  • Quali sono le domande più ricorrenti che mi pongo nel momento in cui sono con un paziente?
  • Come è possibile passare dall’essere un fornitore di ricette ad un attivatore di cura dell’altro?
  • Quali sono i principali modi che ho a disposizione per comunicare attenzione e non soluzioni?

Modulo 2
Impostare un corretto rapporto fin dalla prima visita ambulatoriale
Per ogni persona più vulnerabile siamo sia risorsa che con-causa di vulnerabilità!

  • Spesso i pazienti sono molto preoccupati e molto in ansia per qualcosa, sembrano quasi assenti.
  • Che tattiche posso usare per rendermi conto dove si trovi l’altra persona?
  • Come spostare la persona da dove si trova, allo stare “li con noi”, presenti, in ascolto e profondamente sintonizzati?

Modulo 3
Condurre e gestire il colloquio
Educare alla grammatica delle emozioni: ascoltare, comprendere e gestire

  • In che modo riesco ad entrare in una relazione che parte in un certo modo e per portare la persona in una posizione più aperta ed in ascolto?
  • A quanti e quali tipi di flussi informativi siamo attenti mentre siamo in relazione con un paziente?
  • So rendermi vulnerabile in un rapporto professionale, senza perdere il ruolo di guida e di riferimento per l’altro?

Modulo 4
Un approccio empatico può influenzare il percorso di cura
L’ingozzamento informativo e la ricerca di empatia emotiva per noi e per gli altri

  • Come vivo l’empatia con le persone?
  • Come posso mettere a proprio agio le persone?
  • Riesco a “leggere” letteralmente la mente attivando il mio radar interno?

RELATORI

Christian Raddato
Medico di Medicina Generale – ATS Milano
Centro Medico St. Ambrogio, Paderno Dugnano

Lucia Pessina
Medico di Medicina Generale – Senago (MI)

Francesca Romana Vender
Coach-Psicologo Adjunct Professor Polimi GSoM


MODERATORE

Giampaolo Cerri
Giornalista



Condividi:

ASCOLTA

Med Cast
Med Cast
Modulo 1
/

Med Cast
Med Cast
Modulo 2
/

Med Cast
Med Cast
Modulo 3
/

Med Cast
Med Cast
Modulo 4
/
Nessun elemento disponibile